Power Your Dreams

dedicato a tutti quelli che ci aspettavano "in riva al fiume", siamo ancora qua! ilBunker.net

Le riviste ? Tutte prezzolate.
Recensioni degli utenti e Media voto.
Avatar utente
da Dream1
Amministratore
#202992
Si l'ho visto su YT, però è un'esperienza troppo passiva Gabri, roba che forse uno si gode come splash'n go su tablet o almeno così farei io.

Gamer Never Die, They Respawn

Avatar utente
da gabrimazzo
Recluta
#203014
Dream1 ha scritto: lunedì 27 luglio 2020, 20:52 Si l'ho visto su YT, però è un'esperienza troppo passiva Gabri, roba che forse uno si gode come splash'n go su tablet o almeno così farei io.

Gamer Never Die, They Respawn
Assolutamente, ma ha il suo perchè. Prima di dare il mio voto ho guardato quello di altri siti, media dell'8, alcuni 9.5, il più basso che ho visto 6,5. No, non si può premiare così tanto un prodotto così, ottima esperienza, ma videoludicamente solo sufficiente.
Avatar utente
da gabrimazzo
Recluta
#209272
Rage 2: 8

Incredibilmente il primo gioco completato su Series X è stato questo gioco di Avalanche seguito del Rage di ID che ci aveva donato per la prima volta le megatexture in un Open World. Dopo averlo mezzo abbandonato su PC perchè avevo fatto scelte sbagliate che me lo rendevano poco comprensibile l'ho ripreso su Series X "per vedere come va" e stavolta è stato amore fino alla conclusione raggiunta in una ventina di ore.
Il titolo di Avalanche riprende come struttura Mad Max, altro titolo da me amato, ma questa volta siamo in soggettiva, tranne durante la guida, la realizzazione tecnica è altalenante con alcuni NPC mal realizzati ed altri favolosi ( siamo ai livelli di Cyberpunk , tipo il Dr. Kvavasir). La differenza più grande rispetto a Mad Max e che qui non bisogna pulire le aree del gioco per finirlo od andare semplicemente avanti, è tutto facoltativo, basta seguire le missioni principali che sono divise in 3 filoni narrativi, anche se per proseguire bisogna comunque fare delle attività, tipo uccidere mutanti in TV o partecipare a gare con le macchine. Gli ambienti sono molto d'atmosfera, col lande desertiche, paludi. foreste lussuriose, tutte costellate da reperti della prima civiltà, palazzi in rovina, fabbriche, bunker, Meteoriti, satelliti caduti e strutture areospaziali, tutto davvero molto curato artisticamente, vette assolute in questo reparto.
Quello che però convince in maniera decisa è la giocabilità, i poteri si ottengono aprendo le arche, sparse in tutta la mappa (sono 12), sono ampliabili in vari livelli e sono del tutto appaganti, ti trasformano in un semi-dio cosa che io apprezzo particolarmente nei giochi, si passa da aver paura ad etrare nei vari insediamenti di mutanti perchè troppo numerosi ad entrarci solo per il gusto di eliminarli senza pietà ed in modo molto rapido. Lo shooting è davvero ben fatto e grazie ai 60 FPS granitici la risposta è precisa, io ho disattivato la mira assistita e non ho avuto problemi. Consiglio di raccogliere tutti i data pad sia per avere informazioni sulla lore e sulle varie razze che popolano il mondo, sia per sbloccare insediamenti nascosti e le locazioni dei boss opzionali, ce ne sono diversi. Finale bello ed appagante, il contrario di Rage 1. Il voto è influenzato dalla durata troppo breve, seppur io abbia lasciato una marea di attività in sospeso, arrivati ad un certo punto non ha senso farle, sia per la storia che per l'effettiva necessita, si arriva presto ad un livello sufficiente a finire il gioco, anche se le boss fight sono impegnative se non ci si prepara bene. Resta però una bella esperienza complessiva, ed ha anticicipato di qualche giorno Gear Tactics che sto finendo ora.
Avatar utente
da gabrimazzo
Recluta
#209482
Gears Tactics: 8

L'unica esclusiva console lanciata su Series X e One di Novembre è passata troppo poco sotto i riflettori, è un gioco ben strutturato, rifinito e su Series X ha una grafica eccezionale per il genere..già, ma di che genere parliamo? Tactics è uno shooter strategico a turni con visuale dall'alto, non è un GDR e non è un RTS, rispetto ad un GDR non ha la stessa libertà, le missioni sono scriptate e la mappa delle missioni è molto piccola, si può esplorare un minimo per ottenere le casse dei potenziamenti, ma finisce li e rispetto ad un RTS è molto meno complesso, le unità si muovono sempre singolarmente, non si costruiscono basi o risorse, direi che le logiche sono in tutto per tutto le stesse di un Gears standard a turni con l'eccezione del reclutamento delle unità che è anche forse l'unico difetto del gioco...ma andiamo con ordine.

La schermata principale presenta 3 sezioni, la prima ci servirà per arruolare nuove truppe, la seconda per scegliere le missioni e la terza per potenziare i nostri gears con l'equipaggiamento e le abilità che sbloccheremo nel corso della campagna. La gestione dei Gears è identica a quella di un gioco di ruolo, si ottengono potenziamenti per le armi, per l'armatura e abilità che ci aiutano a superare i livelli più difficili e soprattutto i boss, tosti, che hanno bisogno di adeguata preparazione e conoscenza per essere superati, utilizzando in sinergia le abilità dei vari gears, ognuno appartenente ad una classe specifica ( ad esempio Avanguardia le teste di cuoio, supporto le unità che curano ecc..), di base se ne schiereranno un massimo di quattro, ma alcune missioni opzionali partono con 2, mentre altri dovranno essere salvati nel corso della missione.

Il bello: I Gears principali detti Eroi sono caratterizzati benissimo, si parte con Gabe un meccanico in pensione e se ne sbloccheranno altri, i personaggi eroi sono ben caratterizzati ognuno con la propria storia e fanno molto immedesimare nel gioco, ottimo lavoro Coalition. La storia poi è raccontata tramite scene di intermezzo con grafica in-engine meravigliosa, sono moltissime e la trama, seppur semplice, è piacevole e narra di quello che accadde prima di Gears 1. La grafica in gererale è fuori parametro 4k/60 fps, con HDR attivo, e dettagli pazzeschi esaltati dalla Kill cam in terza persona. La giocabilità seppur semplice in apparenza è alta, è necessario usare le abilità,ma l'apprendimento è progressivo e ben spiegato, ritroveremo comunque le spettacoli uccisioni con la motosega in terza persona e, quindi, particolarmente d'effetto, tutte le armi iconiche della saga e Jack aggiunto proprio con la versione Console, e da me utilizzato.

Il brutto: le unità supplementari sembrano una forzatura, servono nelle misioni secondarie, dove dovremo distribuire i nostri Gears, ma non ho particolarmente apprezzato che si arruolino periodicamente combattenti con abilità e livello più elevati dei personaggi principali, non c'era bisogno, 4 o 5 bastavano, inoltre le stesse supplementari sono piuttosto ripetitive, anche se introducono nemici nuovi e ne vanno scelte 3 su 4 (questo l'ho apprezzato perchè permette di non fare quelle che non ci piacciono), in genere sono difesa di scorte, distruzione di scorte, salvataggio gears e salvataggio scorte durante bombardamenti (odiosissime).

Nel complesso però un ottimo gioco, aria fresca per le console, un ottima trama e grafica e complimenti a The Coalition


EDIT: Gabry il titolo rosso lo mettiamo noi una volta indicizzate.
AlPioa liked this
Avatar utente
da gabrimazzo
Recluta
#209857
Cyberpunk 2077 (Stadia Version): 9

Anno 2077, gli Stati Uniti non ci sono più, dopo la grande guerra sono nati i NUSA (new usa), e la California è divisa in 2 da un muro, nella parte sud sulle ceneri di Los Angeles è nata Night City, la protagonista indiscussa dell'avventura, maestosa, imponente con i suoi megaedifici di Down Town, Corpo Plaza, con le spiaggie di Pacifica, i ghetti di Arroyo e circondata dalle Badlands, terre di confine, dominate dai Nomadi dove è partita la mia storia. Si perchè già all'inizio si dovrà fare una scelta cruciale, qual'è il nostro background, da dove veniamo? le scelte sono 3 i nomadi, i ghetti e le corporazioni. Le corporazioni dominano la vita politica di Night City, Arasaka, Militech, Biotech, dettano i tempi della vita dei cittadini del 2077. La scelta iniziale influenza la prima ora di gioco, ma soprattutto una marea di dialoghi andando avanti, io ho fatto scelte da Nomade ed il mio finale lo rispecchia in pieno.
Come vivono i cittadini di Night City? Una società simile a quella del 2021, ma più violenta, con scelte sessuali estreme, in cui i cittadini si impiantano organi artificiali come fossero tatuaggi, tanto che la città è costellata di Bisturi, persone specializzate nell'installazione di impianti. Il divertimento si ottiene in maniera tradizionale, ma anche tramite i virtu o Brain Dance, registrazioni che si impiantano nel cervello, tramite shard, e permettono di vivere esperienze estreme. Durante lo svolgersi dell'avventura le Brain Dance si useranno per risolvere alcune missioni, in maniera piuttosto simile a Remember Me, sottovalutato gioco dei Dontnod.
Ma non c'è solo futuro, Night City è credibile, i mezzi che si useranno, auto e moto, sono futuribili, ma realistici, personalmente ho usato la prima persona anche con i veicoli, io ho adorato le moto, anche se più avanti nel gioco si bloccherà un auto eccezionale. I bar ed i locali, fatta eccezione per i bizzarri personaggi che li popolano, sono piuttosto simili agli attuali. Con l'aggiunta dei posti specializzati in Brain Dance. In definitiva il backgound è molto curato, riprende il fumetto, ed è realizzato in maniera discreta, anche se ritengo si potesse fare molto di più. Le interazioni con i personaggi sono zero, si può parlare ma quasi mai si riceve risposta, nemmeno dai vari venditori di cibo o cianfrusaglie (pawnshop) se il gioco non lo prevede (cosa per me gravissima), animazioni e reazioni dei passanti sono da gioco di 10 anni fa, fortunatamente il resto c'è alla grande le luci dei cartelloni dominano, le mille tv raccontano la storia della città. la realizzazione tecnica è sontuosa, fatta eccezione per alcuni NPC davvero sotto tono, ma nel complesso ci siamo.
Il gioco:
V dovrà farsi strada partendo da zero (almeno come nomade) accettando contratti dai cosiddetti Fixer, malviventi che gestiscono le sorti della città, i contratti sono di vario tipo, il primo che otterremo è obbligatorio e fa partire tutta la storia del gioco, che non anticipo neanche in una virgola, visto che merita ed è quella che sorregge il tutto, tipico stile CDPR, con intrecci, scelte multiple, finali che cambiano tantissimo, insomma non leggete niente e vivetelo. Unica cosa è che visto la brevità della storia principale, resistete e fate le missioni secondarie legate ai personaggi che incontrerete, perchè meritano altrettanto, ma sono del tutto opzionali...
Perchè un voto alto come un 9? Perchè al netto dei tanti ed evidentissimi difetti dell'Open World, storia e giocabilità sono su livelli stellari, ampiamente personalizzabili in base al proprio stile...io, ad esempio, non ho sparato più un colpo avanzando nel gioco, i miei Hacking Rapidi sono risultati letali e molto più efficaci del piombo, ed è stata la svolta che mi ha fatto definitivamente apprezzare il gioco..

In definitiva un opera che va vissuta, da completare con DLC ed espansioni, ma che tra un anno potrebbe essere il sogno di tutti e che oggi lo è di molti..

Nota: giocato su Stadia si è rivelato decente, specie in modalità grafica, con un HDR incisivo di notte, ma anche di giorno, per usufruirne però serve un abbonamento Pro. Su PC con RTX, dettagli aumentati, volti migliori e 60 FPS, penso che sia già da 9,5.
Dream1 liked this
Ma...e Gennaio? Ahó!

Strano Gamer Never Die, They Respawn

Semplicemente clamoroso, via le cose più ne[…]

Ho ripreso The outer world. Grandissimo gioco. D[…]

Siete persone orribili a riportare queste notizie,[…]

Siamo affiliati Instant Gaming

Instant gaming IlBunker

Se acquisterete su Instant Gaming passando per il nostro link, riceveremo un compenso ed avrete contribuito a supportare il Bunker senza costi aggiuntivi!